pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

« Motivazione » (termine riferito al comportamento, e che equivale a ciò che Dewey chiama « inter-esse » riferendolo alla dinamica psicologica e sociale) è la partecipazione non del solo intelletto, ma dell'intero organismo, alle scelte. Nessuna esperienza è spiegabile se non si hanno presenti le motivazioni di chi la compie; in esse c'è una traccia che orienta convincimento (« thought ») e comportamento (« belief »): « Ciò che ci è congeniale è la prima fonte di ciò che ci appare coerente ». Attraverso lo sviluppo delle attitudini, dei desideri, delle inclinazioni, l'organismo si orienta verso certe scelte e non altre; ciò ha importanza per la pedagogia (infatti, è il fondamento del metodo attivistico deweano); l'istruzione raggiunge efficacemente la sfera volitiva e intellettiva, solo se si connette alla realtà esperienziale del discente, nella quale, interattivamente, si formano le motivazioni e tutte le caratteristiche soggettive. Se è efficace sull'allievo, l'istruzione influisce sull'intera società, traducendosi in comportamenti che « umanizzano » il mondo; l'apprendimento attivo, infatti, conferendo valore alle più efficaci risultanze dell'esperienza, educa alla comunicazione e alla partecipazione sociale. Quanto più una personalità si forma in modo completo, tanto più i suoi istinti, le passioni, gli impulsi vengono resi compatibili con quelli altrui; i comportamenti coinvolgenti (interessanti, cioè che hanno la più incisiva valenza interpersonale), alla lunga si evidenziano come più validi, anche sotto il profilo individuale, rispetto ai piaceri ciechi ed immediati.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove