pexolo di pexolo
Ominide 10537 punti

Origine e fine dell'azione


L'azione, sospinta dalla volontà, mai soddisfatta delle proprie realizzazioni, è il movimento dell'esistenza verso l'essere; precisamente, Blondel usa la locuzione « volontà volente », che si spinge oltre le proprie mete («volontà voluta »). Sia la realtà umana (soggettività e libertà), sia la realtà esterna (materia e necessità), in breve « l'esistenza tutta », proviene dall'essere, e rimanda all'essere. Pertanto, la centralità dell'azione, in Blondel, scaturisce dalla centralità del riferimento soprannaturale, e si inquadra in una concezione metafisica dell'esistenza (cfr. Berdjaev). L'azione è finalizzata alla trascendenza: un tendere che Dio stesso ha posto nell'animo umano (nei termini stessi in cui lo teorizzò Sant'Agostino).

Movente e motivi dell'azione


Solo attraverso l'azione, l'uomo ha coscienza di quale davvero sia la propria volontà. Tra i tanti pseudomoventi (« motivi » che affollano la mente, rivendicando ciascuno la dignità di espressione autentica della volontà) nessuno che sia sostenuto dall'autorità dei filosofi e degli scienziati, o dallo Stato o dalla Chiesa, muove all'azione. Movente è solo quello che, superata la sfera intellettiva, è assimilato, autonomamente, nell'esperienza individuale. Leggiamo in L'azione: « Non vi sono per noi verità efficaci, se non quelle indigene... Il movente non è, infatti, che l'eco e la sintesi di mille sorde attività... è il deputato di una folla di tendenze. Nel momento della sua nascita ha la fragranza della novità, una freschezza ed una magica grazia, perché segretamente ispirato, e come pervaso dalle feconde energie di cui è il primo compimento ed il commento vivente... Le energie, per diventare principio efficace d'azione, devono essere raccolte in una sintesi mentale, e rappresentare tutte la forma unitaria di un fine ».
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze