pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Lo «slancio vitale» è lo spirito che, come energia misteriosa, pervade l'esistenza; è la creatività libera; un'unica esplosione continuativa di energia, una immensa virtualità, i cui percorsi e le cui deviazioni conformano la materia inorganica, quella organica e, infine, la coscienza umana. Ad ogni passo, non essendoci un progetto superiore (né deterministico, né finalistico) il «contingente» ha molta incidenza. Leggiamo in L'evoluzione creatrice (da cui sono prese anche le citazioni successive): «La prima grande scissione che lo slancio vitale ha dovuto operare è quella dei due regni vegetale ed animale complementari l'uno dell'altro, senza che un disegno li abbia voluti tali. A tale sdoppiamento molti altri ne sono seguiti; da qui le divergenti linee d'evoluzione... i regressi, gli arresti di ogni tipo (occorre tenere presente che ogni specie si comporta come se il movimento generale della vita si arrestasse in essa)... Nella maggior parte dei casi, sono contingenti le forme realizzate, inventate.., contingenti, in larga misura, gli adattamenti. Due cose sole appaiono necessarie: una graduale accumulazione di energia; un'elastica canalizzazione di questa energia in 'direzioni variabili e indeterminabili, in fondo alle quali c'è l'atto libero» (la coscienza).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove