Esami di Economia, ecco come prepararli

Skuola.net | Ripetizioni
In collaborazione con Skuola.net | Ripetizioni

Esami di Economia, ecco come prepararli con i consigli dei tutor cepu

Pile di libri da studiare, dispense, appunti, fogli, slide, integrazioni di programma... quanta forza ed impegno servano per preparare un esame universitario può saperlo solamente chi c’è passato. E quando capita quella materia che non vuole proprio saperne di andare giù, una terribile sensazione di sconforto si abbatte impietosa sul povero studente, che, avvilito, non sa davvero dove sbattere la testa. Di sicuro tutto questo sarà capitato anche a voi, cari iscritti alla Facoltà di Economia. Ebbene, Skuola.net è qui per alleviare le tue sofferenze, svelandoti preziosissimi consigli: ecco come strutturare un piano di studi equilibrato, come affrontare al meglio gli esami più difficili, e ultimo ma non ultimo, qual è il metodo di studio ottimale per prepararli. Sei pronto per conoscere la strada che porta dritta alla laurea?

NO AI RIASSUNTI, Sì A SCHEMI VELOCI - Durante la sua carriera universitaria, uno studente di Economia dovrà per forza di cose imbattersi in due esami scoglio, probabilmente i più tosti in assoluto: Microeconomia e Diritto privato, materie diverse tra loro, ma allo stesso tempo basilari, fondamentali per preparare gli esami degli anni successivi. La difficoltà di Micoreconomia sta per lo più nella parte pratica, soprattutto nei suoi grafici: per questo è importante saperli riconoscere ed interpretare, trascrivendo e ripetendo ciascuno di essi più e più volte, fino ad acquisire la sicurezza necessaria per esporlo al docente durante l’appello. Per quanto riguarda Diritto privato, invece, la complessità dell’esame è dovuta principalmente alla mancanza di metodo di studio: si tratta di un esame che generalmente si sostiene al primo anno, quando lo studente non ha ancora maturato l’esperienza giusta per affrontarlo. Un consiglio per prepararlo al meglio, vista anche la lunghezza del programma, è di non perdere tempo a stilare inutili riassunti: portano via troppo tempo e sarebbe quindi più utile fare dei semplici schemi per ogni macro-argomento, da ripetere a libro chiuso più e più volte, facendo gli opportuni collegamenti.

CHE ORDINE SEGUIRE? - Qual è il piano di studi perfetto? In genere, nelle università italiane, per quanto riguarda la Facoltà di Economia non ci sono rigide regole di propedeuticità a cui sottostare. Ad ogni modo è consigliabile seguire una certa logica, per non trovarsi in difficoltà già dal primo anno: in relazione alla parte giuridica, sarebbe meglio sostenere Diritto privato prima degli altri diritti (Commerciale, Tributario ecc..), mentre per la sezione economica è preferibile dare prima Microeconomia, Economia aziendale e Matematica di base. Il primo, infatti, è propedeutico per preparare Economia monetaria; il secondo per Ragioneria; il terzo per Matematica finanziaria e Statistica. Inoltre, è più profittevole mescolare esami economici ed esami giuridici, che si affrontano con diversi metodi di preparazione (sia per diversificare che per evitare di annoiarsi), alternando una materia più difficile ad una meno impegnativa.

LA STRATEGIA DI SUCCESSO - Per quanto riguarda il giusto approccio ad un esame, invece, non esistono ricette valide in maniera assoluta, perché, di volta in volta, entrano inevitabilmente in gioco le caratteristiche dello studente e il tempo a disposizione per prepararsi. Ciononostante, la strategia di successo è la comprensione dei concetti: mai imparare a memoria, bisogna sempre capire quel che si legge. Questo vale anche per i termini che non si conoscono, che, se non spiegati a dovere dal testo, vanno approfonditi utilizzando altre fonti (internet o manuali). Infine, bisogna ripetere moltissimo, a libro chiuso e a voce alta, per acquisire il giusto linguaggio tecnico da usare in sede d’esame.

RIPETERE, RIPETERE, RIPETERE! - Scritto e orale: come cambia il metodo di studio? Come già accennato qua e là, non perdere tempo con lunghi ed estenuanti riassunti. Infatti, è meglio investire il tempo che si impiegherebbe nello scrivere per dedicarsi all’esposizione orale, in modo da riascoltare spesso la propria voce. Per quanto riguarda lo scritto, invece, bisogna capire bene i grafici ed esercitarsi più volte sugli stessi, così da non confondersi, ad esempio, tra un grafico sul mercato di concorrenza perfetta e uno sul monopolio. Per avere la necessaria elasticità mentale al momento della domanda del docente, infatti, è importante che si sia più volte trascritto lo stesso schema, così da sapere alla perfezione, ad esempio, cosa indicare sull’asse delle ascisse o su quello delle ordinate. E non dimenticare di ripeterlo mentre lo ridisegni: solo così potrai diventarne davvero padrone!

SUPERA GLI ESAMI DI ECONOMIA CON SKUOLA.NET - Gli esami della tua facoltà, Economia, ti stanno dando filo da torcere? Se ti serve un aiuto in più prova a chiedere un consiglio ai tutor specializzati di Skuola.net | Ripetizioni o sbircia tra gli appunti universitari per prepararti alla prossima sessione. Nella sezione Skuola.net | Ripetizioni puoi trovare il tutor esperto nella materia più vicino a te per farti seguire passo dopo passo nella preparazione. Puoi effettuare le lezioni dal vivo o anche online via Skype! Se invece la tua esigenza è confrontare le tue nozioni con i sunti e gli appunti di coloro che hanno già superato il tuo stesso esame prima di te, gli appunti universitari di Skuola.net fanno al caso tuo: scoprili e supera gli esami senza problemi!


Bianca Zito

Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità