Interfacoltà edizione Mundial: inizia lo spettacolo

Dopo tanti anni, per la prima volta una splendida cornice fatta di un cielo sereno e tante stelle, fa da sfondo all’apertura del Torneo Interfacoltà. La ventiquattresima edizione è quella targata Mundial e le emozioni non tardano ad arrivare!

francesca_fortini
E io lo dico a Skuola.net
prime due partite di play-off per la lega di Napoli

PRIME PARTITE - Parte col botto il Belgio, alias Intanto Soccer, che nella prima uscita rifilano ben cinque reti ai più esperti Colchoneros(Honduras). Le quattro reti di Scognamiglio fanno il solco tra due squadra apparse lontanissime sotto l’aspetto fisico e della mentalità. Steccano a sorpresa I Mandingo(Iran) che, complice qualche assenza non vanno oltre una prova d’orgoglio contro I Belli e Buoni(Corea del Sud). I “coreani” s’impongono senza troppi affanni spinti dalla tripletta di Alessi, e le reti di Carlo Magno e Dumontet. Bella sorpresa il Costarica, capace dopo un avvio timoroso, di ribaltare il risultato e vincere la gara contro il “francesi” di Tennets, squadra di indiscusso valore e recente finalista di Europa league. Oltre alla doppietta di Margarita, i “sudamericani” rubano l’occhio per la notevole determinazione e per la splendida rete di Alessandro Perrella, direttamente da calcio d’angolo. Tennents dal canto suo, fa i complimenti agli avversari e attraverso il suo capitano riesce comunque a trovare l’aspetto positivo: anche l’anno scorso infatti il torneo ebbe inizio con una sconfitta e visto poi il prosieguo, la partita odierna, non può che essere un buon auspicio. I Bastardi senza Gloria, dell’Algeria, non riescono a gestire l’iniziale vantaggio firmato Ciro Chiummiello, e soccombono all’entusiasmo e alla voglia di vincere targato Kaisernduden. Gli “australiani” infatti mettono in campo tutto ciò che hanno, ma la manovra è tutta da rivedere. Sono infatti due calci piazzati, un rigore ed una punizione a permetter a Nasti e Radice di ribaltare il risultato e vincere la gara!

CAMERUN VS URUGUAY - Quella tra l’Uruguay(Scienze Motorie Partenope) e Camerun(Mai un Gioia) è la partita più pazza della serata. Tanta confusione in campo, tra urla d’allenatori, giocatori e sostenitori. La baraonda delle sostituzioni oltre al direttore di gara manda in confusione i protagonisti stessi, ma a prescindere da tutto ne viene fuori una gara divertentissima, nella quale l’Uruguay ha indubbiamente il merito di essersi portata sempre in vantaggio, spinta soprattutto dalla doppietta di Orefice. Al Camerun di certo non fa difetto il carattere, vista la rimonta che ha portato al momentaneo due pari. A dover esser rivista è la tenuta psicologica della squadra, che questa sera non ha permesso di stare sul pezzo fino all’ultimo minuto consentendo il ritorno avversario. Ottimo l’esordio dell’Argentina formato Boca, contro l’Olanda di Real Junior. In un match dal prevedibile altissimo tenore agonistico, a spuntarla sono gli xeneises, ai quali va riconosciuto il merito di essersi portati costantemente in vantaggio. L’Olanda, tiene il campo e non molla mai, ma non riesce ad andare a punti in questo amaro esordio stagionale.

VITTORIA GIAPPONE - Vince e rispetta i pronostici il Giappone(Realmente Manager). I nipponici guidati dal capitan D’Elia, sono tra i più graditi ritorni al Torneo Interfacoltà, e sin dall’esordio mettono subito le cose in chiaro. I malcapitati “Russi” di Croce del Sud, fanno da spettatori o quasi alla festa del gol avversaria. Il solo Nitti, non basta a contrastare la classe azzurra, fotografata dalle splendide doppiette di D’Elia e Ranaulo. Vince e convince Vintage(Ghana), che al termine di un’autentica battaglia riesce ad avere la meglio sui mitici Trombadores alias Grecia, tornai a “casa” per questa fantastica edizione dell’Interfacoltà. Sempre avanti gli “africani” con la doppietta di Cirillo e la rete del gemello di tante battaglie Sollazzi. Dall’altra parte Spera si danna per tentare la rimonta, ma non basta. L’ultima gara in progamma vede i campioni in carica di Albiceleste alias Germania, imporsi con un pirotecnico 11-2 ai danni degli esordienti assoluti di Rizla(Messico). I neroverdi guidati da Chimenz, dopo i primi minuti si disuniscono e prendono l’imbarcata, ma i mezzi ci sono e per le prossime non resta che stare più coperti, più corti ed affidarsi ai sapienti piedi di Mazzarella. Dall’altra parte così come l’anno appena trascorso, il girone servirà per stracciare record e mettere minuti nelle gambe in vista delle fasi finali.


La nostra pagina su Facebook

Dario Abbruzzese

Registrati via email
In evidenza