Vacanze, i mezzi di trasporto per risparmiare

Bianca Zito
Di Bianca Zito

 vacanze, i mezzi di trasporto per risparmiare

Studenti in vacanza, spiriti liberi, avventurieri post-maturità, unitevi! Chiudete fino all’ultimo libro, buttate un paio di vestiti in valigia come capita e preparatevi a viaggiare. Il mood giusto per affrontare i prossimi mesi, per seguire il ritmo dell’estate che incalza e volare sulle ali della movida, infatti, implica tre punti fondamentali da seguire: scegliere una destinazione; trovare un modo per raggiungerla; godersela fino all'ultimo giorno a disposizione. Cominciate aprendo un atlante, facendo ruotare un mappamondo o, in maniera un po’ più 2.0, navigando in rete: solo quando avrete deciso dove andare arriverà il momento di capire come metterci piede. Nessuna meta è inarrivabile, ci sarà sempre un mezzo di trasporto diretto verso la vostra destinazione. E qualsiasi sia il vostro budget, ci sarà sempre un mezzo di trasporto che vi ci condurrà. Non è detto, infatti, che si riesca a prenotare un pacchetto viaggio con gli spostamenti inclusi, oppure è possibile che, per risparmiare un po’, si scelga di affidarsi ad un’agenzia turistica solo per l’alloggio, decidendo di fare in autonomia, invece, per quanto riguarda il volo (o il treno ecc..). Se questo è anche il vostro caso, scoprire qualcosa in più sui mezzi di trasporto low cost vi farà di certo comodo: una volta trovata la giusta soluzione, non vi rimarrà che seguire il punto tre…e lasciarvi andare!

ALLACCIATE LE CINTURE! - La prima regola per chi viaggia in aereo con un budget limitato è scegliere una compagnia non di linea. I voli low cost, infatti, permettono di usufruire di offerte vantaggiose e biglietti a prezzi abbordabili, consentendovi di rientrare pienamente nei limiti di spesa. Per quanto vero che compagnie di questo tipo si appoggiano spesso ad aeroporti secondari, è vero anche che, il più delle volte, questi sono ben collegati tramite autobus-navetta al centro della città, in modo da non creare grosse difficoltà nel raggiungere la meta desiderata. Bisogna solo fare una ricerca incrociata tra luogo di partenza e luogo di arrivo, magari considerando anche l’ipotesi (spesso conveniente) di fare uno scalo: può capitare, infatti, che questa soluzione sia meno costosa di un volo diretto e, anche se il viaggio richiede un po’ di tempo in più, se l’obiettivo è il risparmio, tanto di guadagnato!

AUTOSTOP ORGANIZZATO - Meta vicina, viaggio in macchina. Ma se non ce l’ho, come si fa? Se nessuno dei vostri compagni di viaggio ha un mezzo a quattro ruote con cui partire, la soluzione si chiama car pooling. Questa sorta di “taxi collettivo”, che da qualche tempo sta prendendo piede anche in Italia, infatti, permette di condividere l’automobile con altri viaggiatori in procinto di raggiungere la vostra stessa destinazione. Il vantaggio sta proprio nello spostarsi insieme, dividendo il prezzo della benzina (quindi più si è, più si risparmia) e scambiando quattro chiacchiere con nuovi amici lungo il tragitto. Sono tantissime le piattaforme web nate per condividere un servizio di questo tipo: vi basterà organizzarvi per tempo e di certo troverete l’autista che fa per voi!

VACANZA SU ROTAIE - E poi c’è il treno. A tal proposito, la parola “InterRail” vi dice qualcosa? Se siete residenti in un paese europeo ed avete intenzione di visitare varie città durante la vostra vacanza, questa opzione è proprio l’ideale. Un biglietto ferroviario InterRail, infatti, vi permette di muovervi, pagando una sola volta, attraverso Italia, Svizzera, Austria, Francia, Spagna, Portogallo, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Norvegia, Svezia, Finlandia, Croazia, Danimarca, Grecia, Romania, Bulgaria, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Serbia, Macedonia, Slovacchia, Slovenia, Bosnia e Turchia. Il tutto con prezzi flessibili che variano a seconda dell’età e del numero di giorni in cui deciderete di viaggiare. Conveniente, vero?

TUTTI A BABORDO! - Destinazione isola. Scartato il volo per motivi di vertigini o le altre soluzioni per evidenti problemi tecnici, non resta che imbarcarsi al primo porto disponibile. Il traghetto, in genere, ha prezzi piuttosto accessibili, che lo diventano ancor di più se non si ha una macchina da trasportare con sé e non si decida di prenotare anche una cabina. Un biglietto per il passaggio ponte o per la poltrona, infatti, consente di spendere davvero poco e godersi un viaggio in alto mare in tutta tranquillità. E poi, più si è giovani, più un’esperienza di questo tipo merita davvero di essere fatta una volta nella vita: solo l’acqua vi separa dalla vostra destinazione, ma alla fine, come dei veri marinai, ad un certo punto anche voi potrete gridare: “Terra!”

Bianca Zito

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta