Traduzione di Paragrafo 7, Libro 4 di Tacito

Versione originale in latino


Quae cuncta non quidem comi via sed horridus ac plerumque formidatus retinebat tamen, donec morte Drusi verterentur: nam dum superfuit mansere, quia Seianus incipiente adhuc potentia bonis consiliis notescere volebat, et ultor metuebatur non occultus odii set crebro querens ro incolumi filio adiutorem imperii alium vocari. Et quantum superesse ut collega dicatur? Primas dominandi spes in arduo: ubi sis ingressus, adesse studia et ministros. Extructa iam sponte praefecti castra, datos in manum milites; cerni effgiem eius in monimentis Cn. Pompei; communis is illi cum familia Drusorum fore nepotes: precandam post haec modestiam ut contentus esset. Neque raro neque apud paucos talia iaciebat, et secreta quoque eius corrupta uxore prodebantur.

Traduzione all'italiano


A questa condotta s'atteneva, certo senza affabilità, ma, benché burbero e più spesso temuto, vi s'atteneva; senonché, alla morte di Druso, subì una metamorfosi. Infatti, finché Druso rimase in vita, quel comportamento poté durare, perché Seiano - la sua potenza era ancora agli inizi - voleva affermarsi per i suoi buoni consigli e temeva la reazione di un odio tutt'altro che dissimulato in Druso, il quale, anzi, spesso si lagnava del fato che, essendo lui, suo figlio, ancora vivo, Tiberio cercava un'altra persona che lo affiancasse nell'impero: quanto mancava perché venisse chiamato collega? I primi passi verso il potere - lamentava - sono difficili; ma, imboccata la strada, si presentano appoggi e gente disponibile. L'accampamento dei pretoriani era stato costruito secondo i desideri del prefetto e gli erano stati messi nelle mani i pretoriani; si poteva vedere la sua statua nel teatro di Gneo Pompeo, e avrebbe avuto i nipoti in comune con la famiglia dei Drusi; dopo tutto ciò, c'era solo da sperare, perché fosse pago, nel suo senso della misura. Si trattava di proteste manifestate non di rado e a non poche persone, e del resto uscivano dall'intimità anche le sue confidenze, carpitegli dalla moglie adultera.