Traduzione di Paragrafo 49, Libro 2 di Tacito

Versione originale in latino


Isdem temporibus deum aedis vetustate aut igni abolitas coeptasque ab Augusto dedicavit, Libero Liberaeque et Cereri iuxta circum maximum, quam A. Postumius dictator voverat, eodemque in loco aedem Florae ab Lucio et Marco Publiciis aedilibus constitutam, et Iano templum, quod apud forum holitorium C. Duilius struxerat, qui primus rem Romanam prospere mari gessit triumphumque navalem de Poenis meruit. Spei aedes a Germanico sacratur: hanc A. Atilius voverat eodem bello.

Traduzione all'italiano


Nello stesso periodo consacrò i templi, distrutti dal tempo o dal fuoco e iniziati da Augusto, quello a Libero e Libera e quello a Cerere presso il Circo Massimo, offerto in voto dal dittatore Aulo Postumio, e, nello stesso luogo, il tempio di Flora, innalzato dagli edili Lucio e Marco Publicio, e quello a Giano, eretto presso il mercato delle erbe da Gaio Duilio, che per primo guidò vittoriosa la potenza romana sul mare e si meritò il trionfo navale sui Cartaginesi. Il tempio alla Speranza viene consacrato da Germanico: lo aveva offerto in voto Aulo Atilio nella prima guerra punica.