Traduzione di Paragrafo 25, Libro 2 di Tacito

Versione originale in latino


Sed fama classis amissae ut Germanos ad spem belli, ita Caesarem ad coercendum erexit. C. Silio cum triginta peditum, tribus equitum milibus ire in Chattos imperat; ipse maioribus copiis Marsos inrumpit, quorum dux Mallovendus nuper in deditionem acceptus propinquo luco defossam Varianae legionis aquilam modico praesidio servari indicat. Missa extemplo manus quae hostem a fronte eliceret, alii qui terga circumgressi recluderent humum. Et utrisque adfuit fortuna. Eo promptior Caesar pergit introrsus, populatur, excindit non ausum congredi hostem aut, sicubi restiterat, statim pulsum nec umquam magis, ut ex captivis cognitum est, paventem. Quippe invictos et nullis casibas superabilis Romanos praedicabant, qui perdita classe, amissis armis, post constrata equorum virorumque corporibus litora eadem virtute, pari ferocia et velut aucti numero inrupissent.

Traduzione all'italiano


Se la notizia della distruzione della flotta spinse i Germani a sperare nella guerra, indusse pure Cesare a reprimerli. Dà ordine a Gaio Silio di puntare contro i Catti con trentamila fanti e tremila cavalieri; quanto a sé, con forze maggiori piomba sui Marsi, il cui capo, Mallovendo, da poco arresosi, indica che l'aquila di una legione di Varo è sepolta in un bosco vicino e custodita da pochi soldati. Segue l'invio immediato di un reparto che, affrontandolo, attirasse verso di sé il nemico, mentre altri, aggirandolo, scavassero la terra. A entrambi arrise il successo. Reso da ciò più deciso, Cesare muove subito verso l'interno, devasta, spazza via il nemico che non osa affrontarlo, e subito, là dove resiste, lo sbaraglia, lasciandolo come non mai - lo si seppe dai prigionieri - in preda al terrore. Perché adesso dicevano che i Romani erano invitti e che nessuna sciagura poteva piegarli: essi, distrutta la flotta, perdute le armi, nonostante le spiagge coperte di carcasse di cavalli e di cadaveri, erano tornati all'attacco con lo stesso valore, con pari fierezza, quasi che fossero moltiplicati di numero.