Traduzione di Paragrafo 19, Libro 14 di Tacito

Versione originale in latino


Sequuntur virorum inlustrium mortes, Domitii Afri et M. Servilii, qui summis honoribus et multa eloquentia viguerant, ille orando causas, Servilius diu foro, mox tradendis rebus Romanis celebris et elegantia vitae, quod clariorem effecit, ut par ingenio, ita morum diversus.

Traduzione all'italiano


Seguì la morte di due uomini illustri, Domizio Afro e Marco Servilio, segnalatisi per le alte cariche e la grande eloquenza: figura ben nota per le sue orazioni giudiziarie il primo, Servilio invece per la lunga pratica forense e, in seguito, per gli studi di storia romana, oltre che per quella raffinatezza di vita, che egli rese più splendida di quella di Domizio: pari a lui per ingegno, ma diverso nel modo di essere e di vivere.