Traduzione di Paragrafo 24, Libro 13 di Tacito

Versione originale in latino


Fine anni statio cohortis adsidere ludis solita demovetur, quo maior species libertatis esset, utque miles theatrali licentiae non permixtus incorruptior ageret et plebes daret experimentum, an amotis custodibus modestiam retineret. Urbem princeps lustravit ex responso haruspicum, quod Iovis ac Minervae aedes de caelo tactae erant.

Traduzione all'italiano


Sul finire dell'anno, venne ritirata la coorte che presenziava, con funzioni di guardia, agli spettacoli, perché l'apparenza della libertà fosse più vistosa e perché la moralità dei soldati, tenuti lontani dalla sfrenata permissività degli spettacoli, subisse meno guasti, e anche per vedere se la plebe, con l'allontanamento degli addetti all'ordine pubblico, sapeva dar prova di moderazione. Attenendosi al responso degli aruspici, il principe purificò Roma, perché i templi di Giove e di Minerva erano stati colpiti dal fulmine.