Traduzione di Paragrafo 36, Libro 12 di Tacito

Versione originale in latino


Ipse, ut ferme intuta sunt adversa, cum fidem Cartimanduae reginae Brigantum petivisset, vinctus ac victoribus traditus est, nono post anno quam bellum in Britannia coeptum. Unde fama eius evecta insulas et proximas provincias pervagata per Italiam quoque celebrabatur, avebantque visere, quis ille tot per annos opes nostras sprevisset. Ne Romae quidem ignobile Carataci nomen erat; et Caesar dum suum decus extollit, addidit gloriam victo. Vocatus quippe ut ad insigne spectaclum populus: stetere in armis praetoriae cohortes campo qui castra praeiacet. Tunc incedentibus regiis clientulis phalerae torques quaeque bellis externis quaesiverat traducta, mox fratres et coniunx et filia, postremo ipse ostentatus. Ceterorum preces degeneres fuere ex metu: at non Caratacus aut vultu demisso aut verbis misericordiam requirens, ubi tribunali adstitit, in hunc modum locutus est.

Traduzione all'italiano


Quanto a lui - perché quasi mai nella sfortuna trovi chi ti difenda - fidatosi della parola di Cartimandua, regina dei Briganti, fu consegnato in catene ai vincitori, nove anni dopo l'inizio della guerra in Britannia. Per questo appunto la sua fama, uscita dai confini dell'isola e sparsasi nelle province vicine, ebbe vasta eco anche in Italia, dove tutti erano ansiosi di conoscere chi fosse colui che, per tanti anni, si era preso gioco della nostra potenza. Neppure a Roma il nome di Carataco era sconosciuto; e Cesare, proprio col voler dare un saggio della propria grandezza, finì per aggiungere gloria al vinto. Il popolo venne chiamato come se dovesse assistere a uno spettacolo d'eccezione. Stavano in armi le coorti pretorie nella spianata antistante la caserma. Iniziarono a sfilare i vassalli del re, con l'esibizione delle falere, delle collane e delle spoglie che Carataco s'era conquistato nelle guerre con i popoli stranieri; seguivano i fratelli, la moglie e la figlia e, da ultimo, venne messo in mostra Carataco in persona. Avvilenti furono le preghiere suggerite negli altri dalla paura: Carataco, invece, non chiese pietà con espressioni umili del volto o con parole, ma, giunto dinnanzi alla tribuna imperiale, così parlò.