Traduzione di Paragrafo 23, Libro 7 (Galba) di Svetonio

Versione originale in latino


Periit tertio et septuagesimo aetatis anno, imperii mense septimo. Senatus, ut primum licitum est, statum ei decreverat rostratae columnae superstantem in parte fori, qua trucidatus est; sed decretum Vespasianus abolevit, percussores sibi ex Hispania in Iudaeam submisisse opinatus.

Traduzione all'italiano


Morì nel sessantatreesimo anno d'età, al settimo mese del suo principato. Il Senato, non appena fu possibile, gli aveva decretato una statua che doveva essere posta in cima ad una colonna rostrata nella parte del foro dove fu ucciso, ma il decreto fu annullato da Vespasiano, perché sospettava che Galba gli avesse segretamente inviato alcuni assassini dalla Spagna in Giudea.