Traduzione di Paragrafo 5, Libro 12 (Domitianus) di Svetonio

Versione originale in latino


Plurima et amplissima opera incendio absumpta restituit, in quis et Capitolium, quod rursus arserat; sed omnia sub titulo tantum suo ac sine ulla pristini auctoris memoria. Novam autem excitavit aedem in Capitolio Custodi Iovi, et forum quod nunc Nervae vocatur, item Flaviae templum gentis et stadium et Odeum et naumachiam, e cuius postea lapide maximus circus, deustis utrimque lateribus, exstructus est.

Traduzione all'italiano


Ricostruì moltissimi monumenti, assai considerevoli, distrutti dal fuoco, tra i quali il Campidoglio che si era incendiato di nuovo, ma su tutti fece scrivere soltanto il suo nome senza fare menzione dell'antico costruttore. D'altra parte edificò un nuovo tempio consacrato a Giove Guardiano, sul Campidoglio, il foro che oggi porta il nome di Nervia? il tempio della famiglia Flavia, uno stadio, un odeon e una naumachia, le cui pietre furono più tardi utilizzate per la restaurazione del Circo Massimo, dopo che il fuoco ne aveva distrutti i due lati.