Traduzione di Paragrafo 46 - Stranezze di Cesare, Libro 1 (Divus Iulius) di Svetonio

Versione originale in latino


Habitavit primo in Subura modicis aedibus, post autem pontificatum maximum in Sacra via domo publica. Munditiarum lautitiarumque studiosissimum multi prodiderunt: villam in Nemorensi a fundamentis incohatam magnoque sumptu absolutam, quia non tota ad animum ei responderat, totam diruisse, quanquam tenuem adhuc et obaeratum; in expeditionibus tessellata et sectilia pavimenta circumtulisse.

Traduzione all'italiano


Abitò dapprima in una modesta casa nella strada Suburra, poi dopo il Pontificato Massimo in una casa pubblica nella via Sacra. Molti tramandarono che fu molto dedito al lusso e all'eleganza: distrusse dalle fondamenta una casa di campagna nella zona di Nemi appena costruita e pagata a gran prezzo perché non rispondeva pienamente alle sue idee; e ciò sebbene egli non fosse ancora grande e fosse invece pieno di debiti; Durante le sue spedizioni avrebbe portato con sé pavimenti a mosaico componibili.