Traduzione di Ode 38 - Elogio della semplicità, Libro 1 di Orazio

Versione originale in latino


Persicos odi, puer, apparatus,
displicent nexae philyra coronae,
mitte sectari, rosa quo locorum
sera moretur.
Simplici myrto nihil adlabores
sedulus, curo: neque te ministrum
dedecet myrtus neque me sub arta
vite bibentem.

Traduzione all'italiano


Odio, ragazzo, il lusso persiano e le corone intrecciate di tiglio, smetti di cercare dove languisca l'ultima rosa. Non mi curo che t'affanni premuroso; aggiunga qualche cosa al semplice mirto che il mirto non è sconveniente né per te né per me che bevo sotto un fitto pergolato.