Traduzione di Versi 1121 - 1142, Libro 4 di Lucrezio

Versione originale in latino


Adde quod absumunt viris pereuntque labore,
adde quod alterius sub nutu degitur aetas,
languent officia atque aegrotat fama vacillans.
labitur interea res et Babylonia fiunt
unguenta et pulchra in pedibus Sicyonia rident,
scilicet et grandes viridi cum luce zmaragdi
auro includuntur teriturque thalassina vestis
adsidue et Veneris sudorem exercita potat.
et bene parta patrum fiunt anademata, mitrae,
inter dum in pallam atque Alidensia Ciaque vertunt.
eximia veste et victu convivia, ludi,
pocula crebra, unguenta, coronae, serta parantur,
ne quiquam, quoniam medio de fonte leporum
surgit amari aliquid, quod in ipsis floribus angat,
aut cum conscius ipse animus se forte remordet
desidiose agere aetatem lustrisque perire,
aut quod in ambiguo verbum iaculata reliquit,
quod cupido adfixum cordi vivescit ut ignis,
aut nimium iactare oculos aliumve tueri
quod putat in voltuque videt vestigia risus.

Traduzione all'italiano


Aggiungi a ciò che consumano le forze, che si distruggono
con la fatica, e che vivono schiavi del cenno di un altro:
le attività vengon meno, vacilla il nome e ne scapita;
la roba sfuma, e diventa drappi d'Assiria, profumi;
ai piedi luccican belle scarpe, sicionie, s'intende,
e in oro con la lor verde fiamma si legano i grossi
smeraldi; senza mai posa l'abito rossomarino
si logora, ed agitandosi beve il sudore di Venere.
Si fa, l'onesto guadagno degli avi, cuffie, diademi,
e si tramuta in istoffe di Geo, dell'Elide, e in pepli.
Sì dàn banchetti di lusso, con cibi scelti, con giucchi,
vini, liquori, corone, serti, profumi: ed invano:
perché qualcosa d'amaro sorge dall'intimo stesso
d'ogni piacere, che angustia anche tra i fiori: o che l'animo
avverta, e gliene rimorda, che passa in ozio la vita
e si consuma nel chiuso: o che, lasciandone ambiguo
il senso, ell'abbia lanciato una parola che in mezzo
al cuore ansioso si pianta e vi arde al pari di fuoco:
o perché pensa che provochi troppo con gli occhi o che guardi
un altro e a lei sulle guance scopre una traccia di riso.

Trova ripetizioni online e lezioni private