Lucano - Bellum Civile (Pharsalia) - 1 - 9

Versione originale in latino


Bella per Emathios plus quam civilia campos
iusque datum sceleri canimus, populumque potentem
in sua victrici conversum viscera dextra
cognatasque acies, et rupto foedere regni
certatum totis concussi viribus orbis
in commune nefas, infestisque obvia signis
signa, pares aquilas et pila minantia pilis.
quis furor, o cives, quae tanta licentia ferri
gentibus invisis Latium praebere cruorem?

Traduzione all'italiano


Celebriamo le guerre più che civili per i campi emazi, e il diritto assegnato al delitto e oh popolo potente rivolto con la mano destra vittorioso contro le sue stesse viscere, e le battaglie affini, e infranto il patto del regno la lotta con tutte le forze del mondo sconvolto nel comune misfatto, e le insegne esposte contro quelle avversarie, e ele aquile simili e i giavellotti che minacciano altri giavellotti. Quale follia, o cittadini, quale ampia facoltà delle armi affina il sangue latino alle genti malviste?

Trova ripetizioni online e lezioni private