Non conviene allearsi con i potenti - (Fedro) - Versioni Varie

Versione originale in latino


Numquam est fidelis cum potente societas; probat fabella propositum meum. Vacca et apella et ovis iniuriae patiens socii fuerunt cum leone in saltibus.
Cervum vasti corporis ceperunt partesque fecerunt. Sed leo vixit: "ego primam tollo, quia mihi nomen est leo; secundam, quia sum socius, tribuetis mihi; tum, quia plus valeo, mihi veniet terpia; male eveniet sic quartam tetigeritis".
Sic leo totam praediam improbitate sustulit.

Traduzione all'italiano


Mai l'alleanza è sicura con il potente. Questa favoletta testimonia il mio proposito.
Una vacca, una capretta e una pecora paziente a ogni offesa, furono alleate con il leone, nel bosco.
Essi, avendo preso un cervo dal corpo enorme,essendo state spartite le parti, il leone così disse:" Io tolgo la prima, poichè sono chiamato leone; voi datemi la seconda poichè sono amico; poi, poichè sono il più forte, mi segue la terza; se toccherete la quarta, capiterà del male". Così il leone con malvagità portò via tutta la preda.