Purificazione del campo - (Catone) - Versioni Varie

Versione originale in latino


Agrum lustrare sic oportet…Ianum Iovemque vino praefamino, sic dicito:
Mars pater te precor quaesoque uti sies volens propitius mihi domo familiaeque nostrae quoius rei ergo agrum terram fundumque meum
suovitaurilia circumagi iussi uti tu morbos visos invisosque viduertatem vastitudinemque calamitates intemperiasque prohibessis defensas averruncesque utique tu fruges frumenta vineta virgultaque grandire dueneque evenire siris, pastores pecuaque salva servassis duisque duonam salutem valetudinemque mihi domo familiaeque nostrae. Harumce rerum ergo, sicuti dixi, macte hisce suovitaurilibus latenti immolandis esto;
Mars pater, eiusdem rei ergo macte hisce suovitaurilibus lactentibus esto.

Traduzione all'italiano


Bisogna dunque procedere alla purificazione del campo in questo modo…Invoca inizialmente facendo libagioni di vino Giano e Giove, e recita così: <<Padre Marte, ti prego e ti chiedo di essere attento e propizio a me, alla nostra casa, alla nostra famiglia; ed è per questo che io ho dato disposizione di far fare un giro tutt’intorno ai suovitaurilia [un porco, un montone e un toro], affinchè tu possa respingere, allontanare e spazzare i morbi visibili ed invisibili, la sterilità e la devastazione, le calamità agricole e le intemperie, e affinchè tu permetta ai raccolti, ai cereali e ai vigneti di crescere e di giungere a maturazione, affinchè tu custodisca sani i pastori e il gregge, e conceda la buona salute e il vigore fisico a me, alla mia casa e alla mia famiglia; ai fini di queste concessioni, ai fini della purificazione del mio fondo, della mia terra e del mio campo, così come ho detto, sentiti onorato dall’immolazione di questi suovitaurilia da latte, padre Marte, per questa ragione sentiti onorato da questi suovitaurilia>>.