103 - 41 - Cincinnato - So Tradurre!

Versione originale in latino


Cincinnatus temporibus rei pubblicae Romanae vixit. Multae sunt res gestae Cincinnati. Agricola erat, sed sub specie pacifici hominis ferox cor habebat et peritissimus erat non solum rei rusticate, sed rei etiam militaris et civilis. Virtutem et fortitudinem sui pectoris ostendit ubi cives eum creaverunt dictatorem. Tum unica rei pubblicae spes fuit. Nuntii senatus eum invenerunt sub meridie arantem suum agellum trans Tiberim. Ab aratro statim in aciem descendit, hostium copias in planitie fudit, exercitum Romanum et consolem ad hostium obsidione liberavit. Post victoriam in urbem intravit et ibi triumphum egit, deindi abdicavit et ad boves et aratrum suum revertit. Sic in rebus adversis Romam, patriam suam, servavit. Tristis enim erat Roame sors, sed Cincinnatus salutem patriae omnibus suis rebus praeposuit et civibus suis bonam spem praebuit

Traduzione all'italiano


Cincinnato visse ai tempi della repubblica romana. Le imprese di Cincinnato furono molte. Era un contadino, ma aveva un cuore duro sotto l’aspetto di uomo pacifico, ed era espertissimo di agricoltura, ma anche di arte militare e civile. Mostrò il coraggio e la forza del suo animo quando i cittadini lo nominarono dittatore allora fu l’unica speranza dello stato. I messaggeri del senato lo trovarono verso mezzogiorno mentre arava il suo campicello al di là del Tevere. Subito dall’aratro scese al campo di battaglia e mise in fuga in pianura le truppe dei nemici, liberò l’esercito romano ed il console dall’assedio dei nemici. Dopo la vittoria entrò nella città, e là conseguì il trionfo, in seguito abdicò e ritornò dai suoi buoi e dal suo aratro. Così nella situazione sfavorevole salvò Roma, la sua patria. Infatti la sorte di Roma era triste, ma Cincinnato antepose la salvezza della patria ad ogni cosa, edìd offì ai suoi cittadini buona speranza.

Trova ripetizioni online e lezioni private