100 - 51 - Onori resi da Artemisia al marito morto - Nova Officina

Versione originale in latino


Ubi Mausolus, Cariae rex, de vita decessit, Artemisia, uxor eius, marito sepulcrum magnificum extruxit, quod veteres scriptores inter septem orbis mirabilia posuereunt. Sepulcrum Manibus Mausoli sollemni ritu dicavit Artemisia et, ut eum honoraret, certamen poeticum in eius honorem cum amplis muneribus instituit. Ad certamen venerunt multi nobiles viri, ingenio praestantes, ex omnibus Asiae et Graeciae urbibus. Etiam Isocrates Atheniensis, princeps oratorum Graecorum, venit. In certamine tamen Theopompus vicit, clarus rerum scriptor.

Traduzione all'italiano


Quando Mausolo, sovrano della Caria, perì, Artemisia, sua moglie, edificò un magnifico sepolcro per il marito, che gli antichi storici misero fra le sette meraviglie del mondo. Artemisia offrì il sepolcro di Mausolo con un rituale sacro ai Mani e, per onorarlo, instituìì una sfida poetica in suo onore con enormi premi. Alla gara parteciparono parecchi nobili uomini, abili in intelletto, da qualsiasi città dell'Asia e della Grecia. Pure l'Ateniese Isocrate, il primo tra gli oratori greci, venne. Nella gara però trionfò Teopompo, storico celebre.

Trova ripetizioni online e lezioni private