416 - 13 - Difficile scontro con i Germani (Cesare) - Nova Lexis

Versione originale in latino


Germani, colle exteriore occupato, non longius mille passibus a nostri munitionibus considunt. Ii in silvis equitatum tegunt. Postero die equitibus complent planitiem quae in longitudinem tria milia passuum patet. Praeterea hostes pedestres copias paulum ab eo loco abditas in locis superioribus constituerant. Dato signo, nostri equites circumdantur et tunc pedites proelium committunt. Acriter pugnantum est. Nostri magna virtuale sed gravi difficultate impetum sustinuerunt, denique vires refecerunt et, visis auxiliis supervenientibus, renovaverunt pugnam: ita victoria obtenta est. Saucii sed laeti denique in castra remeaverunt.

Traduzione all'italiano


I Germani, occupato il colle più esterno, si fermarono non più lontano di mille passi dalle nostre fortificazioni. Trattennero la cavalleria nei boschi. Il giorno dopo, fatta uscire la cavalleria dagli accampamenti, riempirono tutta quella pianura, che dicemmo estendersi per circa tre mila passi, e schierarono le truppe di fanteria un po distanti da quel luogo nei luoghi superiori. Dato il segnale, i nostri cavalieri furono circondati e allora i fanti iniziarono il combattimento. Si combattè strenuamente. I nostri con grande virtù, ma con grave difficoltà sostennero l'impeto, e infine rifocillarono le forze e, viste le truppe che giungevano, rinnovarono la battaglia: così fu ottenuta la vittoria. Feriti ma lieti ritornarono all'accampamento

Trova ripetizioni online e lezioni private