111 - 12 - Dopo la prima guerra punica - Nova Lexis

Versione originale in latino


Finivit igitur Punicum bellum post XXIII annos, Romae iam clara gloria erat; itaque, Romani legatos ad Ptolomaeum, Aegypti doinum, miserunt et auxilia promittebant; nam dominus Syrae Antiochus bellum cum Ptolomaeo suscepit. Ptolmaeus gratias Romanis egit, sed auxilia a Romanis non accepit. Iam enim est pugna transacta. Tum, validus dominus Siciliae Hiero ad Romanorum oppidum venit; ibi ludos spectavit et multos modios tritici populo donavit. Tum etiam contra Lingustica oppida intra Italiam bellum gestum est et de Liguriae populis triumphatum est. Anno post de Sardis trimphatum est, et Romani nullum bellum habuerunt.

Traduzione all'italiano


Perciò terminò la guerra punica dopo 23 anni, la gloria di Roma era ormai rivelata; quindi, i Romani inviarono legati da Tolomeo, sovrano dell'Egitto, e garantivano aiuti; difatti Antioco, sovrano della Siria, iniziò uno scontro contro Tolomeo. Tolomeo espresse gratitudine ai Romani, però non accettò gli aiuti dei Romani. Difatti lo scontro era già concluso. Così, Ierone, vigoroso signore della Sicilia, arrivò al bastione dei Romani, qua osservò i ludi pubblici e offrì molti moggi di frumento alla popolazione. Iniziò di nuovo una guerra contro i bastioni dei Liguri in Italia e si vinse sulla popolazione della Liguria. L'anno successivo si vinse sui Sardi e i Romani non svolsero altre guerre.

Trova ripetizioni online e lezioni private