26 - 10 - Santuario di Delfi - Navigare

Versione originale in latino


Est Delphis clarum Apollinis templum in iugo Parnasso, ubi deus per Pythiam sua veridica responsa edit. Templum non muri, sed praecipitia undique ut praesidia defendunt. In templo magna auri et argenti copia est quoniam Graeci, Delphicum oraculum valde colunt et deo opimas victimas immolant speldidaque dona praebent. Phoebus etiam athletarum ludis honoratur, victoriae proemia coronae laureatae sunt. Fama clari oraculi ad barbaros quoque pervenit: Croesus enim, Lydorum tyrannus, quoniam cum Persis bellum parat, Delphas cum ampli et opulentis donis legatos mittit. Legati de bello oraculum consulunt, ambigue responsa Pytia reddit.

Traduzione all'italiano


A Delfi sulla cima del Parnaso c'è il famoso il tempio di Apollo, ove il dio emette responsi veritieri tramite Pizia. Non muri, ma precipizi da ogni parte difendono come presidi il tempio. Nel tempio vi è una grande abbondanza di oro e di argento: infatti i Greci onorano molto l’oracolo Delfico e sacrificano al dio abbondanti vittime e gli offrono splendidi doni. Anche Apollo è onorato durante i giochi degli atleti, i premi della vittoria sono le corone ornate di alloro. La notizia dei famosi oracoli giunge anche presso i barbari: infatti Creso, tiranno della Lidia, quando prepara la guerra contro i Persiani, manda i legati a Delfi con abbondanti e ricchi doni. I legati consultano l’oracolo sulla guerra, Pizia da loro un ambiguo responso.

Trova ripetizioni online e lezioni private