340 - Schiavi eroici - Lectio Facilior

Versione originale in latino


Clarissima exempla insignissimae humanitatis et veri amoris erga suos dominos non raro servi ostenderunt.In bello Punico secundo,cum romani Grumentum,Lucaniae urbem,acrius obsiderent,plurimi servi statim ad hostes velocius fugerunt,et paulo post urbs cecidit atque milites romani eam ferro ignique vastaverunt.Tum servi qui celeriter fugerant,quia viae sibi notissimae erant,in eam domum,apud quam servierant,advolaverunt.Ibi suam bonam dominam vivam facile invenerunt atque eam ligaverunt et secum audacius pertraxerunt.Tum romani milites,qui in urbe crudeliter irruppeant,quaesiverunt:"Quo mulieres adducitis?"Quibus strenui servi responderunt"saevissima nostra domina est,quae mox magnae perfidiae poenam solvet".Deinde eam ex urbe evexerunt et maxima cura celaverunt;ita a certo interitu dulcissimam dominam servaverunt.At servi fidelitatis tantae praemium acceperunt:nam grata domina eos manumisit atque iis magnam ditissimi patrimonii partem donavit.

Traduzione all'italiano


Non di rado i servi manifestarono illustre prove di eccellente umanità e affetto verso i loro padroni. Nella seconda guerra punica Grumento, aspramente, accerchiò i romani nella città della Lucania, subito molti schiavi scapparono più rapidamente dai nemici, e in seguito la città cadde e i soldati romani la distrussero con fuoco e ferro . Quindi i servi che erano scappati rapidamente, poichè le vie erano da loro molto conosciute, si nascosero in quella dimora nella quale avevano lavorato. Qua incontrarono senza difficoltà la propria padrona legata e viva ,la condussero valorosamente con loro. Dunque i soldati romani che avventarono brutalmente in città, domandarono: dove conducete quelle donne? A questi gli schiavi eroici risposero: è la nostra padrona assai atroce, che salderà con la condanna la sua colpa maligna. Dopo la trascinarono via dalla città e la rintanarono con massima attenzione, così salvarono la affettuosissima padrona da morte certa. Però i servi guadagnarono un premio per la tanta lealtà: infatti la grande signora li liberò e gli diede una grande porzione del ricchissimo patrimonio.