58 - 16 - Il vero volto del tiranno - La Lingua delle Radici

Versione originale in latino


Incolis multae divitiae erant, igitur multa dona praebent, in tyranni brachiis aurum et argentum ponunt, basia iactant. ... Sed tyranno magna armigerorum turba est, quae dominum custodit et defendit. Paulo post enim populis fero imperio opprimitur et vexatur.

Traduzione all'italiano


Gli abitanti avevano molta ricchezza, allora offrono molti doni, pongono nelle braccia del tiranno oro e argento, mandano baci. Anche i contadini vengono dai campi alla città e onorano il tiranno. Il tiranno e il nuovo dominio sono lodati e celebrati anche dai poeti. Oracoli propizi sono emessi: Il tiranno a lungo regnerà e acquisterà grande gloria; molti territori saranno presi dalle milizie del tiranno, popoli e città saranno sottomessi. Anche un fanciullo desidera vedere il tiranno perché sente la sua grande fama. Ma il tiranno ha una grande folla di armati, che custodisce e difende il signore. Poco dopo, infatti, il popolo è oppresso e vessato dal crudele dominio.

Trova ripetizioni online e lezioni private