Igino - Fabulae - 4 - Deucalione e Pirra

Versione originale in latino


cataclysmus, quod nos diluvium vel irrigationem dicimus, cum factum est, omnes genus humanum interiit praeter Deucalionem et Pyrrham, qui in montem Aetnam, qui altissimus in Sicilia esse dicitur, fugerunt. Hi propter solitudinem cum vivere non possent, petierunt ab Iove ut aut homines daret aut eos pari calamitate afficeret. Tum Iovis iussit eos lapides post se iactare; quos Deucalion iactavit, viros esse iussit, quos Pyrrha, mulieres. Ob eam rem laos dictus, laas enim Graece lapis dicitur.

Traduzione all'italiano


Quando avvenne il cataclisma, che noi chaimiamo diluvio o irrigazione, tutto il genere umano perì tranne Deucalione e Pirra, che si rifugiarono sul monte Etna, che si dice sia il più alto monte in Sicilia. Costoro non potendo vivere per la solitudine, chiesero a Giove che o desse degli uomini o li colpisse con la stessa sciagura. Allora Giove ordinò loro di gettare alle loro spalle delle pietre; ordinò che le pietre che aveva gettato Deucalione diventassero uomini, quelle che aveva gettato Pirra, donne. Per questo è detto popolo (laos), infatti in Grecia la pietra è detta laas.

Trova ripetizioni online e lezioni private
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV