Traduzione di Favola 4 - Il macellaio e la scimmia, Libro 3 di Fedro

Versione originale in latino


Pendere ad lanium quidam vidit simium
inter relicuas merces atque opsonia;
quaesivit quidnam saperet. Tum lanius iocans
"Quale" inquit "caput est, talis praestatur sapor."
Ridicule magis hoc dictum quam vere aestimo;
quando et formosos saepe inveni pessimos,
et turpi facie multos cognovi optimos.

Traduzione all'italiano


Un tale vide appesa dal macellaio una scimmia tra le altre merci e provviste; chiese che sapore avesse. Allora il macellaio,scherzando: "Quale la testa" disse "tale il sapore, lo garantisco". Sono più ridicole che veraci queste parole ; io almeno cosi la penso; infatti i belli li ho spesso trovati malvagi; molti invece, dalla brutta faccia, ho saputo poi che erano ottime persone.