Traduzione di Paragrafo 7, Libro 7 di Eutropio

Versione originale in latino


Hic quoque ingens bellum civile commovit cogente uxore Cleopatra, regina Aegypti, dum cupiditate muliebri optat etiam in urbe regnare. Victus est ab Augustus navali pugna clara et illustri apud Actium, qui locus in Epiro est, ex qua fugit in Aegyptmum et, et desperatis rebus, cum omnes ad Augustum transirent, ipse se interemit. Cleopatram sibi aspidem admisit et veneno eius exstincta est. Aegyptus per Octavianum Augustum imperio Romano adiecta est preaepsitusque ei C. Cornelius Gallus. Hunc primum Aegyptus Romano iudicem habuit.

Traduzione all'italiano


Questi fomentò anche una grande guerra civile, costretto dalla moglie Cleopatra, regina d'Egitto, poiché per ambizione femminile bramava regnare anche a Roma. Fu sconfitto da Augusto nella celebre e importante battaglia navale di Azio, che è un luogo dell'Epiro, (battaglia) dalla quale fuggì in Egitto e essendo ormai la situazione disperata poiché tutti passavano dalla parte di Augusto, si tolse la vita. Cleopatra avvicinò a sé un aspide e si uccise col suo veleno. L'Egitto fu annesso grazie a Ottaviano Augusto all'Impero Romano e ad esso fu preposto Caio Cornelio Gallo. L'Egitto ebbe per la prima volta un giudice romano.