Cicerone - Pro Deiotaro - 1

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Pro Deiotaro, 23, 1.

Versione originale in latino


Cum in omnibus causis gravioribus, C. Caesar, initio dicendi commoveri soleam vehementius, quam videtur vel usus vel aetas mea postulare, tum in hac causa ita me multa perturbant, ut, quantum mea fides studii mihi adferat ad salutem regis Deiotari defendendam, tantum facultatis timor detrahat. Primum dico pro capite fortunisque regis, quod ipsum, etsi non iniquum est in tuo dum taxat periculo, tamem est ita inusitatum, regem reum capitis esse, ut ante hoc tempus non sit auditum.

Traduzione all'italiano


In tutte le cause di una certa importanza, C. Cesare, iniziando a parlare, di solito provo un'emozione maggiore di quella che richiedono la mia esperienza e la mia età: ma in questa causa sono così numerosi i motivi di turbamento che, se da un lato la mia coscienza mi dà tanto impegno per sostenere la difesa del re
Deiotaro, dall'altro l'apprensione mi toglie la facoltà di parola. Anzitutto io parlo in difesa della vita e dei beni del re, e sebbene tutto ciò non sia ingiusto, se teniamo conto del pericolo che puoi aver corso, tuttavia è un fatto così raro che un re sia accusato di delitto capitale da non averlo mai sentito fino a oggi.

Trova ripetizioni online e lezioni private