Cicerone - Pro Caelio - 48 - Provocazioni femminili

Versione originale in latino


Verum si quis est, qui etiam meretriciis amoribus interdictum iuventuti putet, est ille quidem valde severus (negare non possum) sed abhorret non modo ab huius saeculi licentia, verum etiam a maiorum consuetudine atque concessis. Quando enim hoc non factitatum est, quando reprehensum, quando non permissum, quando denique fuit, ut, quod licet, non liceret? Hic ego iam rem definiam, mulierem nullam nominabo; tantum in medio relinquam.

Traduzione all'italiano


Tuttavia se c’è qualcuno che pensa che anche gli amori da meretrice siano stati vietati alla gioventù, egli è certamente assai severo (non lo posso negare) ma è lontano non solo dalla libertà si questo secolo ma anche dalla consuetudine e dalle concessioni degli antenati. Quando infatti questo non è sempre stato fatto, quando è stato criticato, quando non è stato permesso, quando insomma è accaduto che non fosse lecito ciò che è lecito? A questo punto definirò la cosa, non nominerò nessuna donna; lascerò una cosa così grande sospesa.

Trova ripetizioni online e lezioni private