Cicerone - Pro Caelio - 73

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Pro Caelio, 73.

Versione originale in latino


Cum autem paulum iam roboris accessisset aetati, in Africam profectus est Q. Pompeio pro consule contubernalis, castissimo homini atque omnis officii diligentissimo; in qua provincia cum res erant et possessiones paternae, tum etiam usus quidam provincialis non sine causa a maioribus huic aetati tributus. Decessit illinc Pompei iudicio probatissimus, ut ipsius testimonio cognoscetis. Voluit vetere instituto eorum adulescentium exemplo, qui post in civitate summi viri et clarissimi cives exstiterunt, industriam suam a populo Romano ex aliqua illustri accusatione cognosci.

Traduzione all'italiano


Non appena maturatosi un poco negli anni, parti per l'Africa. Fu al seguito del proconsole Quinto Pompeo, purissimo uomo e zelantissimo nell'adempimento dei propri doveri. In quella provincia, non solo il padre suo aveva interessi e proprietà, ma gli era pure offerta l'occasione di farsi una pratica di vita provinciale, che a ragione i nostri vecchi riservavano a quella età. Se ne venne via con un alto elogio di Pompeo, come sapete dalla sua stessa testimonianza. Volle, secondo l'uso antico, secondo l'esempio di quei giovani che divennero poi uomini eminenti e cittadini illustri, che fosse noto al popolo romano il proprio zelo per la cosa pubblica con qualche accusa di grido.

Trova ripetizioni online e lezioni private