Cicerone - Pro Caelio - 20

Versione originale in latino


Nec tamen illud genus alterum nocturnorum testium pertimesco. Est enim dictum ab illis fore, qui dicerent uxores suas a cena redeuntes attrectatas esse a Caelio. Graves erunt homines, qui hoc iurati dicere audebunt, cum sit iis confitendum numquam se ne congressu quidem et constituto coepisse de tantis iniuriis experiri. Sed totum genus oppugnationis huius, iudices, et iam prospicitis animis et, cum inferetur, propulsare debebitis. Non enim ab isdem accusatur M. Caelius, a quibus oppugnatur; palam in eum tela iaciuntur, clam subministrantur

Traduzione all'italiano


Nè tuttavia ho grande paura di quell’altro genere di testimoni notturni. Infatti è stato detto da costoro, quelli che dovrebbero dire che le proprie mogli mentre tornavano da una cena, sarebbero state molestate da Celio. Sarebbero uomini autorevoli, quelli che sotto giuramento osassero dire ciò, quando da loro dovrà essere confessato di non aver mai provato ad incorrere in così grandi offese, neppure in un incontro nè convegno. Ma dovrete presentire in cuor vostro, o giudici, l’intero metodo di questo attacco, ed ormai gli animi guarderanno avanti, quando sarà stato sferrato. Infatti Marco Celio, non è accusato dai medesimi dai quali è avversato, le frecce vengono scagliate pubblicamente contro di lui, preprarate di nascosto .

Trova ripetizioni online e lezioni private