Cicerone - Post reditum in senatu - 39

traduzione versione latino da Cicerone, Post reditum in senatu, 39

Versione originale in latino


qua re, cum me vestra auctoritas arcessierit, populus Romanus vocarit, res publica implorarit, Italia cuncta paene suis umeris reportarit, non committam, patres conscripti, ut, cum ea mihi sint restituta quae in potestate mea non fuerunt, ea non habeam quae ipse praestare possim, praesertim cum illa amissa reciperarim, virtutem et fidem numquam amiserim.

Traduzione all'italiano


Perciò, dal momento che il vostro autorevole prestigio mi ha convocato, il popolo Romano mi ha richiamato, lo Stato mi ha implorato e praticamente l'intera Italia mi ha riportato indietro sulle proprie spalle, o Senatori, non farò in modo che, poiché mi sono state restituite questi beni che non sono stati in mio potere, io stesso non possegga cose che non sono in grado di garantire, tanto più che, poiché ho riconquistato ciò che avevo perso, farò in modo di non perdere mai la mia stima e la mia fiducia nei vostri confronti.