Cicerone - Post reditum in senatu - 2

traduzione versione latino da Cicerone, Post reditum in senatu, 2

Versione originale in latino


quod si parentes carissimos habere debemus, quod ab iis nobis vita, patrimonium, libertas, civitas tradita est, si deos immortalis, quorum beneficio et haec tenuimus et ceteris rebus aucti sumus, si populum Romanum, cuius honoribus in amplissimo consilio et in altissimo gradu dignitatis atque in hac omnium terrarum arce conlocati sumus, si hunc ipsum ordinem, a quo saepe magnificentissimis decretis sumus honestati, immensum quiddam et infinitum est quod vobis debeamus, qui vestro singulari studio atque consensu parentum beneficia, deorum immortalium munera, populi Romani honores, vestra de me multa iudicia nobis uno tempore omnia reddidistis, ut, cum multa vobis, magna populo Romano, innumerabilia parentibus, omnia dis immortalibus debeamus, haec antea singula per illos habuerimus, nunc universa per vos reciperarimus.

Traduzione all'italiano


E se dobbiamo considerare i nostri genitori i più cari a noi, poiché da loro ci è stata data la vita, il patrimonio, la libertà, il diritto di cittadinanza, se proviamo un rispettoso affetto per gli dèi immortali, per la cui benevolenza abbiamo mantenuto queste cose e siamo stati arricchiti con altri benefici, se teniamo in gran conto il popolo romano, per i cui onori siamo posti nel più nobile dei consigli e nel più alto grado di dignità e in questa cittadella di tutte le terre, se onoriamo questo stesso ordine del Senato, dal quale spesso siamo stati onorati con straordinari decreti, allora è senza dubbio immenso ed infinito ciò che dobbiamo a voi. Siete voi che ci avete restituito con un colpo solo con il vostro straordinario zelo e con unanimità di consenso, tutti i favori dei nostri genitori, i doni degli dèi immortali, gli onori del popolo romano e le vostre molteplici decisioni nei miei confronti, poiché dobbiamo molto a voi, una grande gratitudine al popolo romano, infiniti ringraziamenti ai genitori ed ogni cosa agli dèi immortali. Prima abbiamo avuto questi doni separatamente per mezzo di quelli, ora invece li abbiamo riconquistati tutti insieme grazie a voi.