Traduzione di Paragrafo 7, Filippica 6 di Cicerone

Versione originale in latino


Nec vero de illo sicut de homine aliquo debemus, sed ut de inportunissima belua cogitare. Quae cum ita sint, non omnino dissolutum est, quod decrevit senatus; habet atrocitatis aliquid legatio; utinam nihil haberet morae! Nam cum plerisque in rebus gerendis tarditas et procrastinatio odiosa est, tum hoc bellum indiget celeritatis. Succurrendum est D.Bruto, omnes undique copiae colligendae; horam eximere [nullam] in tali cive liberando sine scelere non possumus.

Traduzione all'italiano


Né infatti dobbiamo pensare di lui come di un qualche uomo, ma come di una belva pericolosissima. E stando così le cose, non si è del tutto dissolto ciò che il senato ha decretato; la legazione ha una certa sua fierezza; magari non avesse niente di ostacolo! Infatti se il ritardo e l'indugio nella maggior parte delle cose sono odiosi di più, tanto più questa guerra ha bisogno di celerità. Bisogna aiutare D. Bruto, radunare le truppe da ogni luogo; non possiamo passare nessuna ora nel liberare un tale cittadino senza danno.