Traduzione di Epistola 9, Libro 14 di Cicerone

Testo latino e traduzione della versione da Cicerone, Epistulae ad familiares, 14, 9

Versione originale in latino


TULLIUS TERENTIAE SUAE SAL. PLURIMAM.

Ad ceteras meas miserias accessit dolor et Dolabellae valetudine et de Tulliae. Omnino de omnibus rebus nec quid consilii capiam nec quid faciam scio. Tu velim tuam et Tulliae valetudinem cures. Vale.

Traduzione all'italiano


CICERONE A TERENZIA

A tutti gli altri miei guai si è aggiunto il dolore per le cattive notizie sulla salute di Dolabella e di Tullia. Non so
nella maniera più assoluta e sotto ogni aspetto né che partito prendere né che cosa fare riguardo alla situazione.
Prego te e Tullia di curarvi bene. Addio.