Traduzione di Epistola 3 - La via dell'esilio, Libro 3 di Cicerone

Versione originale in latino


Cicero Attico sal.
Utinam illum diem videam cum tibi agam gratias quod me vivere coegisti! Adhuc quidem valde me paenitet. Sed te oro ut ad me Vibonem statim venias quo ego multis de causis converti iter meum. Sed eo si veneris, de tota itinere ac fuga mea consilium capere potero. Si id non feceris, mirabor; sed confido te esse facturum.

Traduzione all'italiano


Cicerone saluta Attico.
Magari io veda quel giorno in cui io abbia a ringraziarti, perché mi hai costretto a vivere! Tuttora, certo, me ne rammarico molto. Comunque ti prego di venire subito da me a Vibone, verso cui io per molte ragioni ho mutato il mio tragitto. Se verrai là, potrò prendere una risoluzione su tutto il viaggio e il mio esilio. Se non lo farai, mi stupirò; ma confido che lo farai.