Cicerone - Brutus - 94

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 94.

Versione originale in latino


Hanc igitur ob causam videtur Laeli mens spirare etiam in scriptis, Galbae autem vis occidisse. Fuerunt etiam in oratorum numero mediocrium L. et Sp. Mummii fratres, quorum exstant amborum orationes; simplex quidem Lucius et antiquus, Spurius autem nihilo ille quidem ornatior, sed tamen astrictior; fuit enim doctus e disciplina Stoicorum. multae sunt Sp. Albini orationes. sunt etiam L. et C. Aureliorum Orestarum, quos aliquo video in numero oratorum fuisse.

Traduzione all'italiano


Per questo motivo, dunque, la mente di Lelio sembra spirare anche nei suoi scritti, mentre l'impeto di Galba pare svanito. Tra gli oratori di modesto livello, vi furono i fratelli Lucio e Spurio Mummio; di ambedue restano orazioni. Lucio fu semplice e antiquato, Spurio niente affatto più elegante, ma tuttavia più stringato; si era infatti formato alla scuola degli stoici. Vi sono molte orazioni di Spurio Albino; e ve ne sono anche di Lucio e Gaio Aurelio Oreste, che, a quanto vedo, godettero di una certa considerazione come oratori.

Trova ripetizioni online e lezioni private