Cicerone - Brutus - 76

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 76.

Versione originale in latino


Sit Ennius sane, ut est certe, perfectior: qui si illum, ut simulat, contemneret, non omnia bella persequens primum illud Punicum acerrimum bellum reliquisset. sed ipse dicit cur id faciat. 'scripsere' inquit 'alii rem vorsibus'; et luculente quidem scripserunt, etiam si minus quam tu polite. nec vero tibi aliter videri debet, qui a Naevio vel sumpsisti multa, si fateris, vel, si negas, surripuisti.

Traduzione all'italiano


Sia pure Ennio, com'è senz'altro, artisticamente molto più maturo; però se lo avesse disprezzato come fa mostra di fare, nel suo tener dietro a tutte le guerre non avrebbe tralasciato quella prima guerra punica, tanto accanita. Ma egli stesso ne spiega il motivo. "Altri" disse "hanno scritto in versi di questa vicenda"; e ne han scritto magnificamente, anche se in uno stile meno elegante del tuo! E non deve apparire diversamente a te, che da Nevio molto hai mutuato, se lo ammetti; oppure, se lo neghi, molto gli hai sottratto.

Trova ripetizioni online e lezioni private