Cicerone - Brutus - 73

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 73.

Versione originale in latino


Docuisse autem fabulam annis post xi, C. Cornelio Q. Minucio consulibus ludis Iuventatis, quos Salinator Senensi proelio voverat. in quo tantus error Acci fuit, ut his consulibus xl annos natus Ennius fuerit: quoi aequalis fuerit Livius, minor fuit aliquanto is, qui primus fabulam dedit, quam ii, qui multas docuerant ante hos consules, et Plautus et Naevius.

Traduzione all'italiano


Stando sempre ad Accio, questa rappresentazione sarebbe invece avvenuta undici anni dopo, sotto il consolato di Gaio Cornelio e Quinto Minucio, in occasione dei ludi in onore di Gioventa, che il Salinatore aveva promesso in voto nel corso della battaglia di Sena. In questo Accio si sbagliò in pieno, tanto è vero che al tempo del consolato di costoro Ennio aveva compiuto i quarant'anni; supponiamo che Livio fosse suo coetaneo: allora colui che per primo fece rappresentare un lavoro teatrale, sarebbe stato molto più giovane di coloro che prima di questo consolato già parecchi ne avevano messi in scena, voglio dire di Plauto e di Nevio."

Trova ripetizioni online e lezioni private