Cicerone - Brutus - 60

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 60.

Versione originale in latino


At hic Cethegus consul cum P. Tuditano fuit bello Punico secundo quaestorque his consulibus M. Cato modo plane annis cxl ante me consulem; et id ipsum nisi unius esset Enni testimonio cognitum, hunc vetustas, ut alios fortasse multos, oblivione obruisset. illius autem aetatis qui sermo fuerit ex Naevianis scriptis intellegi potest. his enim consulibus, ut in veteribus commentariis scriptum est, Naevius est mortuus; quamquam Varro noster diligentissumus investigator antiquitatis putat in hoc erratum vitamque Naevi producit longius. nam Plautus P. Claudio L. Porcio viginti annis post illos quos ante dixi consulibus mortuus est Catone censore.

Traduzione all'italiano


Ora questo Cetego fu questore con Publio Tuditano nel corso della seconda guerra punica, e Marco Catone" fu questore sotto questi consoli, solo centoquaranta anni, per la precisione, prima del mio consolato; e se la cosa non fosse stata conosciuta grazie alla sola testimonianza di Ennio, il passare del tempo avrebbe sepolto costui nell'oblio, come forse ha fatto con molti altri. In quale stile allora si parlasse, lo si può vedere dagli scritti di Nevio. Egli infatti mori sotto il consolato di costoro, come sta scritto in antiche memorie; per quanto il nostro Varrone, scrupolosissimo indagatore di antichità, ritenga che in ciò vi sia un errore, e faccia durare più a lungo la vita di Nevio. Infatti Plauto morì sotto il consolato di Publio Claudio e Lucio Porcio, vent'anni dopo i consoli che ho ricordato prima, quando Catone era censore.

Trova ripetizioni online e lezioni private