Cicerone - Brutus - 309

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 309.

Versione originale in latino


Eram cum Stoico Diodoto, qui cum habitavisset apud me <se> cumque vixisset, nuper est domi meae mortuus. a quo cum in aliis rebus tum studiosissime in dialectica exercebar, quae quasi contracta et astricta eloquentia putanda est; sine qua etiam tu, Brute, iudicavisti te illam iustam eloquentiam, quam dialecticam esse dilatatam putant, consequi non posse. huic ego doctori et eius artibus variis atque multis ita eram tamen deditus ut ab exercitationibus oratoriis nullus dies vacuus esset.

Traduzione all'italiano


Stavo con lo stoico Diodoto, che, dopo avere abitato presso di me e con me vissuto, in casa mia è morto qualche tempo fa. Mi guidava in esercizi diversi, e specialmente in quelli di dialettica, la quale deve essere considerata, per così dire, un'eloquenza contratta e serrata; e senza la quale anche tu, Bruto, hai ritenuto non si potesse conseguire l'eloquenza, quella nel senso più pieno, che viene considerata una dialettica dilatata. A questo maestro e alle sue molte e varie scienze io mi dedicavo senza tuttavia mai tralasciare per un solo giorno gli esercizi oratori.

Trova ripetizioni online e lezioni private