Cicerone - Brutus - 304

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 304.

Versione originale in latino


Erat Hortensius in bello primo anno miles, altero tribunus militum, Sulpicius legatus; aberat etiam M. Antonius; exercebatur una lege iudicium Varia, ceteris propter bellum intermissis; quoi frequens aderam, quamquam pro se ipsi dicebant oratores non illi quidem principes, L. Memmius et Q. Pompeius, sed oratores tamen teste diserto uterque Philippo, cuius in testimonio contentio et vim accusatoris habebat et copiam.

Traduzione all'italiano


Nel primo anno di guerra Ortensio era soldato, nel secondo tribuno militare; Sulpicio era legato, ed era assente anche Marco Antonio; processi se ne faceva no in base esclusivamente alla legge Varia, gli altri erano stati sospesi per via della guerra; io vi assistevo spesso, sebbene parlassero in propria difesa oratori certo non di prim'ordine, come Lucio Memmio e Quinto Pompeo ma comunque oratori, tanto più che ambedue ebbero quale teste a carico un uomo eloquente come Filippo, il cui fervore nelle deposizioni aveva l'impeto e l'abbondanza di una requisitoria.

Trova ripetizioni online e lezioni private