Cicerone - Brutus - 19

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 19.

Versione originale in latino


Itaque quoniam hic quod mihi deberetur se exacturum professus est, quod huic debes, ego a te peto. Quidnam id? inquam. Ut scribas, inquit, aliquid; iam pridem enim conticuerunt tuae litterae. nam ut illos de re publica libros edidisti, nihil a te sane postea accepimus: eisque nosmet ipsi ad rerum nostrarum memoriam comprehendendam impulsi atque incensi sumus. sed illa, cum poteris; atque ut possis, rogo.

Traduzione all'italiano


Perciò, dal momento che costui si è incaricato di esigere quanto mi è dovuto, io sollecito da te quanto devi a lui". "Di che cosa mai si tratta?" chiesi. "Che tu scriva qualcosa" rispose. "Infatti, da quando hai pubblicato i tuoi libri Sullo Stato, dopo non abbiamo avuto proprio più niente da te; e da quelli io mi sono sentito indotto e incitato a compendiare la nostra storia. Ma questo, quando potrai; e che tu lo possa, è la mia preghiera.

Trova ripetizioni online e lezioni private