Cicerone - Brutus - 174

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 174.

Versione originale in latino


horum aetati prope coniunctus L. Gellius non tam vendibilis orator, quam ut nescires quid ei deesset; nec enim erat indoctus nec tardus ad excogitandum nec Romanarum rerum immemor et verbis solutus satis; sed in magnos oratores inciderat eius aetas; m ultam tamen operam amicis et utilem praebuit atque ita diu vixit ut multarum aetatum oratoribus implicaretur.

Traduzione all'italiano


Molto vicino alla generazione di costoro fu Lucio Gellio:"' come oratore in contrava poco, e non sapevi cosa gli mancava; infatti non era incolto, né lento nell'inventiva; ricordava bene la storia romana, e aveva sufficiente scioltezza di linguaggio; ma gli capitò di essere contemporaneo di grandi oratori. Tuttavia si adoperò molto, e utilmente, in favore dei suoi amici, e visse tanto a lungo da avere a che fare con gli oratori di diverse generazioni.

Trova ripetizioni online e lezioni private