Cicerone - Brutus - 165

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 165.

Versione originale in latino


Et vero fuit in hoc etiam popularis dictio excellens; Antoni genus dicendi multo aptius iudiciis quam contionibus. Hoc loco ipsum Domitium non relinquo. nam etsi non fuit in oratorum numero, tamen pone satis in eo fuisse orationis atque ingeni, quo et magistratus personam et consularem dignitatem tueretur; quod idem de C. Coelio dixerim, industriam in eo summam fuiss e summasque virtutes, eloquentiae tantum, quod esset in rebus privatis amicis eius, in re publica ipsius dignitati satis.

Traduzione all'italiano


E invero, in lui era eccellente anche la capacità di parlare di fronte al popolo; il tipo di eloquenza di Antonio era molto più adatto ai tribunali che alle assemblee popolari. Qui non voglio tralasciare, appunto, Domizio. In fatti, anche se non fu nel novero dei veri oratori, puoi star certo che di capacità oratoria e di talento aveva quanto bastava, per sostenere la sua posizione di magistrato e la dignità consolare. Lo stesso direi di Gaio Celio, cioè che in lui era grandissima la laboriosità, e grandissime le qualità, mentre di eloquenza ebbe solo quel tanto che bastava nella vita privata ai suoi amici, e nella vita pubblica al suo rango.

Trova ripetizioni online e lezioni private