Cicerone - Brutus - 146

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 146.

Versione originale in latino


Quare sit nobis orator in hoc interpretandi explanandi edisserendi genere mirabilis sic ut simile nihil viderim; in augendo in ornando in refellendo magis existumator metuendus quam admirandus orator. verum ad Crassum revertamur.

Traduzione all'italiano


Consideriamolo perciò, in questo campo dell'interpretazione, della spiegazione, della discussione, un oratore ammirevole, al punto che io non ho mai visto niente di simile; ma per ciò che riguarda l'amplificazione dei concetti, l'abbellimento stilistico, la confutazione dell'avversario, era più un critico temibile che un oratore degno di ammirazione. Ma torniamo a Crasso."

Trova ripetizioni online e lezioni private