Cicerone - Brutus - 122

Testo latino e traduzione versione da Cicerone, Brutus, 122.

Versione originale in latino


Nunc reliquorum oratorum aetates, si placet, et gradus persequamur. Nobis vero, inquit Atticus, et vehementer quidem, ut pro Bruto etiam respondeam. Curio fuit igitur eiusdem aetatis fere sane illustris orator, cuius de ingenio ex orationibus eius existumari potest: sunt enim et aliae et pro Ser. Fulvio de incestu nobilis oratio. nobis quidem pueris haec omnium optima putabatur, quae vix iam comparet in hac turba novorum voluminum.

Traduzione all'italiano


Ora, se vi va, passiamo in rassegna gli altri ora tori, secondo l'epoca in cui vissero e il loro valore". "Ci va, e molto," disse Attico "per risponderti anche a nome di Bruto. Dunque, nello stesso periodo un oratore indubbiamente illustre fu Curione; il suo talento lo si può giudicare dalle sue orazioni; ve ne sono diverse, e particolarmente rinomata è quella in difesa di Servio Fulvio, accusato di relazioni illecite. Quando eravamo ragazzi, veniva considerata la migliore tra tutte; ora la si nota a stento, in mezzo a questa valanga di nuovi scritti."

Trova ripetizioni online e lezioni private